Arts and Culture Magazine

Le mille e una notte – Storie in immagini

9 luglio 2012 by Redazione
I viaggi e gli incontri in luoghi esotici e lontani, un immortale classico della letteratura mondiale rinarrato ed immaginato da uno dei più grandi fumettisti italiani dei nostri giorni: Sergio Toppi. Sogni e disegni di un tempo immortale.

Fra i grandi nomi del fumetto italiano, Sergio Toppi è forse l’ultimo della sua generazione ancora in piena attività. Ancora oggi, con il suo tratto e le sue composizioni vertiginose, produce tavole di grande pregio, come quelle per il suo recente lavoro sull’inserto del Corriere della Sera “La lettura“.

Sergio Toppi comincia la sua carriera come illustratore e cartoonist, poi nel 1966 passa ai fumetti sulle pagine del “Corriere dei piccoli”. Nel tempo pubblicherà per varie riviste di fumetti (Corto Maltese, alteralter, L’Eternauta, etc.), fino a diventare uno dei maestri assoluti in Italia, grazie a opere come Il collezionista, Federico II di Svevia o i tre episodi della serie bonelliana Un uomo un’ avventura, ma la lista sarebbe ancora lunga.

È stato insignito del premio Yellow Kid nel 1975, del Caran D’Ache e del premio A.N.A.F.I. nel 1992, del premio Signor Bonaventura nel 1994, del Romics d’oro nel 2006, ed è stato inoltre oggetto di numerose mostre.

È stata annunciata per Giugno 2012 la pubblicazione negli Stati Uniti di Sharaz-De, una raccolta di racconti ispirati alle Mille e una notte, pubblicati a partire dal 1979, prima per la rivista Alter Alter, poi direttamente per l’edizione in volume, a testimonianza del valore che gli viene attribuito anche oltreoceano. È un evento importante perché negli Stati Uniti non era mai stata pubblicata una sua opera così rappresentativa, nonostante fosse già stato riconosciuto come fonte di ispirazione da autori come Frank Miller.

La cornice delle Mille e una notte è il pretesto perfetto per Toppi: una fanciulla bellissima di un regno lontano racconta ogni notte una storia diversa al suo crudele sovrano, per rimandare ogni volta al giorno seguente la sua condanna a morte. Così, in ogni episodio (teniamo presente che il fumetto veniva pubblicato periodicamente su riviste), la voce di Sharaz-De ci accompagna in un mondo nuovo, tra fate, genî, mercanti, principesse e soldati; la narrazione, affidata per lo più alle sue parole, alleggerisce i disegni del loro ruolo drammatico, per dargli spesso una funzione puramente illustrativa.

È grazie a questa struttura che Sharaz-De risulta rappresentativo del suo autore, perché, forse più liberamente che in altri di argomento più realistico, Toppi può concedere respiro al proprio stile immaginifico, fatto di eventi meravigliosi, di uomini potenti, di popoli antichi. È rappresentativo perché nell’arte di Toppi, nonostante la grandiosità delle storie (e molte volte della Storia) trasudi da ogni pagina, più importante ancora, probabilmente, è questo suo stile.

I suoi disegni, simili ad incisioni o a sculture nel legno, si estendono sulle pagine, spesso dissolvendo la vignetta in una continuità di segni tra una sequenza e l’altra. Il tratteggio, ripetuto fino all’ipnosi, rende le figure scabrose, fin quando non è contrastato da grandi superfici bianche.

Le sue composizioni, ricche di oggetti e ricami ovunque (particolari derivati anche dalle scenografie di Dante Ferretti per la Medea di Pasolini), privilegiano la verticalità e la grandiosità. Il bianco e nero, infine, i contrasti continui tra buio e luce che sembrano connaturati alla sua inchiostrazione, vengono eguagliati dalle tavole a colori, almeno altrettanto spettacolari.

È questo stile, magniloquente e nervoso insieme, che più di tutto caratterizza le opere di Sergio Toppi, e attraverso il quale il mondo meraviglioso delle Mille e una notte si incarna in disegni bellissimi.

di Massimo Mantovani

Bibliografia:

Mezzavilla S. (a cura di) – L’arte di Sergio Toppi, in I Classici del Fumetto di La Repubblica, Gruppo Editoriale L’Espresso S.p.a, Roma, 2004

Bibliografia internet:

http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2011-01-20/sergio-toppi-viaggiatore-immobile-144225.shtml

http://fumettologicamente.wordpress.com/2012/03/08/toppi-sbarca-negli-usa/

http://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Toppi

http://conversazionisulfumetto.wordpress.com/2012/03/08/lultimo-dei-grandi/

http://www.slumberland.it/contenuto.php?tipo=autore&id=27&nome=Sergio_Toppi

http://www.slumberland.it/contenuto.php?tipo=fumetto&id=34&nome=sharaz-de

http://www.glamazonia.it/old/articoli/toppi/cronotoppi.htm

7

Tags: , , , , , , , , , ,

Posted in: Fumetti, Letteratura |

4 Commenti a “Le mille e una notte – Storie in immagini”

  1. […] Leggi il resto dell’articolo su Clamm Magazine, e non dimenticare: il nostro sito si nutre dei tuoi commenti! […]

  2. Silvana scrive:

    Disegni di una bellezza sorprendente (metterei un punto esclamativo…se lo trovassi sulla tastiera francese)

  3. Massimo Mantovani scrive:

    Ieri, 21 Agosto 2012, questo grande autore ci ha lasciati. Un rammarico grandissimo.

  4. […] Abbiamo pensato di ricordarlo con questo piccolo post qui su Clamm Blog, e se avete voglia di saperne di più su di lui e in particolare su uno dei suoi capolavori, Sharaz-de, potete fare un salto su Clamm, e leggere questo articolo. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: